Sabrina Muzi lavora con fotografia, video, performance, installazione, disegno. Gli elementi su cui pone lo sguardo, per creare azioni e installazioni o per restituire immagini fotografiche e video, vengono dal mondo della vita quotidiana o dal mondo naturale e organico e assumono, prima che una valenza simbolica, quella di un immaginario surreale e psicologico in cui emergono un senso di tensione e precarietà. I suoi lavori sono stati esposti in personali, collettive e festival in Italia e all’estero.
Nel 2007 viene invitata al programma internazionale di residenze “IASK-Changdong Art Studio” del Museo d’Arte Contemporanea di Seoul, e nell’autunno 2010 a trascorrere tre mesi al “943 Studio Residency Program” a Kunming, Cina. Tra le sue ultime esposizioni:
-2011: “Danno d’immagine” Zajia Lab, Pechino; “Corpo: Festival delle Arti Performative”, MAAAC, Nocciano;  “Fotografia d’Autore”, Chiostro Istituto De Pino, Maratea; “La specularità imperfetta” Antologia di Video Art, Palazzo Gattini, Matera; “Ultimo Quarto”, Fac, Milano; NaturaCultura#2, Galleria Marconi, Cupra Marittima; -2010 “Counter-reciting Circumference Ratio”, Yunnan University Art Museum, Kunming; “You know then”, Loft Jin Ding 1919, Kunming; “Transvideoplay”, Museo d’Arte MUMA Ángel María de Rosa, Buenos Aires.
www.sabrinamuzi.it

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo Email:

Video
Area Stampa
Sfoglia i cataloghi